Distribuzione dispositivi
Roccati
                 Kiosk, Vending e Mobile
Distribuzione di dispositivi, stampanti e sistemi pagamento
Distribuzione di dispositivi, stampanti e sistemi pagamento per applicazioni Kiosk, Vending, Mobile e Industriale
Distribuzione di dispositivi per applicazioni Kiosk, Vending, Mobile e Industriale
Distribuzione di dispositivi per applicazioni Kiosk, Vending, Mobile e Industriale
Forniture riservate a costruttori, rivenditori e system integrator
Forniture riservate a costruttori, rivenditori e system integrator
Vai ai contenuti

STAMPANTE SELF SERVICE - Come sceglire quella giusta


Per chi non ha esperienza può essere difficile scegliere la migliore stampante self service tra l'ampia proposta presente sul mercato. Per il successo di un progetto di una macchina self service   è determinante utilizzare i componenti, tra cui la  stampante, con il  giusto bilanciamento tra prestazioni e prezzo.  
 
Ma su  quali specifiche e  informazioni scegliere il modello giusto di stampante self service?
 
Sicuramente il numero dei biglietti che la stampante emette ogni giorno è una importate discriminante. Maggiore sarà il numero dei biglietti stampati maggiore sarà l'usura della testina, della taglierina, delle parti meccaniche e più frequente sarà la necessita di cambiare il rotolo della carta. E' evidente che l'usura di una stampante di un distributore automatico che emette 2-3 ticket al giorno in caso di mancata erogazione del servizio sarà differente da quella di una stampante per elimina code che emette centinaia o migliaia di biglietti
Nel datasheet di una stampante self service sono sempre presenti le specifiche tecniche e informazioni sulla durata della testina e della taglierina utili per scegliere. In linea di massima le nuove stampanti hanno installato taglierine con cicli di vita di un milione o più taglie e testine con usura da abrasione di 50-100 km e 1 milioni e più di impulsi. Sapendo il numero di biglietti che si presume possano essere stampanti ogni giorno ci si può già fare un’ idea della durata di tali componenti.
Le dimensioni del rotolo della carta che la stampante può gestire è importante. Sicuramente un diametro elevato offre il vantaggio di ridurre le operazioni di cambio del rotolo. Ma la carta è pesante, e trascinare correttamente un rotolo di grandi dimensioni richiede stampanti con accorgimenti che ne fanno aumentare il costo. Inoltre non sempre si ha disponibile tanto spazio all’interno del chiosco o del distributore automatico. Comunque per fare un calcolo di massima un rotolo di carta diametro 80mm dispone di circa 80m di carta mentre un diametro 150 mm ha una lunghezza 250m. Per finire riguardo al rotolo della carta altre 2 avvertenze:
·      è consigliabile che la stampante disponga del sensore quasi fine carta che segnala quando il rotolo sta terminando in modo da anticipare la sostituzione del rotolo evitando che la macchina vada fuori servizio.
·      Il cambio del rotolo della carta è spesso effettuato da personale senza esperienza, è quindi importate che la messa in servizio del nuovo rotolo sia semplice e veloce. La stampante deve quindi essere posizionata nel kiosk o nel distributore automatico in modo che sia ben accessibile per il cambio della del rotolo.

Uno dei problemi da evitare con le stampanti unattended è il fuori servizio dovuto ad un utente che invece che attendere che la stampante abbia terminato , lo “tira”  lo scontrino durante l’emissione creando movimenti della carta che “inceppano” la stampante.
Per evitare queste problematiche è possibile intervenire in 2 modi:
·      Creare un cassettino di raccolta all’interno della macchina nel quale il cliente possa prelevare il biglietto. Terminato di stampare la stampante taglia e lascia cadere la ricevuta nel cassetto.
·      Utilizzare una stampante con presenter. Il presenter è un dispositivo che emette il biglietto solo dopo che lo stesso è stato stampato e tagliato, in questo modo il cliente quando preleva il biglietto non può “tirare” sulla carta che sta transitando all’interno della stampante.

Per facilitare la manutenzione delle stampanti per applicazioni serlf service è importante scegliere un modello che abbia il “percorso” della carta all’interno della stampante e sotto la testina  facilmente accessibile. In questo modo è possibile rimuovere velocemente eventuali pezzi di carta che accidentalmente si sono bloccati e impediscono il corretto funzionamento della stampante.

Infine è necessario scegliere una stampante self service che consenta di monitorare tramite appositi comandi lo stato dei sensori per presenti per verificare il corretto funzionamento della stampante durante l'attività e "lanciare" avvisi che attivino gli utenti in caso di malfunzionamenti o fine/quasi fine carta.
Torna ai contenuti